mercoledì 11 giugno 2008

Scoperto un telegrafo ottico borbonico a Riposto(CT)












Mappa delle linee telegrafiche del Regno delle Due Sicilie - sezione della Sicilia

Sui libri di scuola si legge tutt'oggi che il Regno delle Due Sicilie era una nazione oscurantista, arretrata e illiberale, un paese dove le poche risorse economiche provenivano dall'agricoltura sempre osteggiata dal peggiore dei feudalesimi baronali, mentre l'istruzione pubblica era praticamente inesistente al contrario della polizia borbonica, la quale reprimeva in maniera feroce ogni minimo gesto di ribellione.

Un bel quadretto non c'è che dire, peccato che è tutto assolutamente falso e le prove sono sotto gli occhi di tutti, a volte ci abitiamo dentro, a volte ci preghiamo, a volte ci andiamo a lavorare, si tratta delle innumerevoli infrastrutture che i Borbone ci hanno lasciato e tra queste si erge la meravigliosa "Rete telegrafica del Regno delle Due Sicilie".

Grazie al rinvenimento di un antica mappa "indicante le linee telegrafiche nel Regno delle Due Sicilie" risalente al 1860, ci siamo resi conto che il Sud Italia aveva una rete di telecomunicazioni veramente imponente.

Nella sola Sicilia erano presenti più di 100 stazioni telegrafiche elettriche(linee e punti rossi) che collegavano in maniera capillare tutte le citta più importanti.



Telegrafo ottico modello "Depillon" - foto Salvo Carreca

A supporto del telegrafo elettrico, vi era un sistema di comunicazione utilizzato per le comunicazioni costiere, il cosiddetto telegrafo ottico o visuale, un invenzione di fine '700 dell'abate francese "Chappe" che nel Regno delle Due Sicilie però aveva ceduto il posto alla sua variante denominata "Depillon"

Ma un altro indizio che dice parecchio sullo stato di avanzamento della tecnica nel Regno, ce lo da ancora la cartina telegrafica della Sicilia, le due linee rosse che attraversano il Canale di Sicilia rappresentano i cavi telegrafici sottomarini che collegavano la Sicilia, tramite Marsala e Pozzallo, a Malta.
Un altra linea sottomarina, non visibile dalla mappa siciliana, collega la città di Otranto a Valona, e dalla città albanese proseguiva la linea aerea per Costantinopoli (Instanbul)
Durante il Regno delle Due Sicilie possedevamo dunque anche la tecnologia per la posa dei cavi nelle profondità dei mari.

Il Telegrafo Ottico "Punta D'Olmo" di Riposto(CT).

Un'altro fattore che ci ha colpiti positivamente è stata la precisione con cui la mappa telegrafica è stata disegnata, che non sfigura accanto alle moderne cartine geografiche computerizzate, ma soprattutto l'uso del colore (azzurro, rosso e nero) assolutamente una rarità per l' 800, che ne fa un oggetto molto pregiato, soprattutto se confrontato con le cartine degli altri stati pre-unitari, poco dettagliate e sempre monocromatiche.
Per effettuare questa ricerca ci siamo serviti, oltre che della cartina, del programma "Google Earth" che ci ha permesso di individuare il punto esatto tramite la foto satellitare oltre che l'indirizzo.


La struttura databile nella prima metà dell'800 risulta abbandonato ed in vendita, anche se da un sopralluogo effettuato, sono visibili i segni di un uso abitativo recente.
Oltre a servire da stazione per le telecomunicazioni, lo stabile era adibito all'alloggio degli addetti che presidiavano il telegrafo ed erano dipendenti del Ministero della Marina.


L'edificio telegrafico con il terrazzino a mò di torretta.




Si legge: Istituto idrografico della Marina Militare - proibito danneggiare - legge 3/6/1935

Sul pavimento della torretta è stato rinvenuto un capisaldo della marina militare, di epoca fascista, che dimostra come il punto fosse strategico dal punto di vista panoramico, infatti è collocato nell'unica zona in cui è possibile vedere contemporaneamente sia Acireale che Taormina(luoghi in cui si trovano i telegrafi adiacenti)

I capisaldi venivano piazzati per fare i calcoli trigonometrici per la realizzazione delle cartine topografiche civili e militari, dove oggi si trova il "tappo" del capisaldo, fino alla fine dell'800 si trovatra l'asta del telegrafo ottico.


Dopo 147 anni, il vessillo borbonico ritorna al telegrafo di Riposto.

Per chi volesse visitare la stazione telegrafica borbonica, l'indirizzo in zona Via degli Olmi, fraz. di Archi (Riposto)

Davide Cristaldi, Francesco Rodolico

9 commenti:

Anonimo ha detto...

NON CREDO CHE SI UTILIZZASSE IL SISTEMA CHAPPE NELLA TELEGRAFIA VISIVA DELLE DUE SICILIE, BENSì QUELLA DI DEPILLON DESCRITTA NEL TESTO "LA TELEGRAFIA AEREA" DELLA SANDIT EDITORI. Sì, è VERO, LE DUE SICILIE ERANO UNA GRANDE NAZIONE. NEL CAMPO DELLE TELECOMUNICAZIONI ERANO SECONDE SOLAMENTE A FRANCIA E A INGHILTERRA.

Tonino ha detto...

è possibile avere una mappa ingrandita della rete telegrafica in Sicilia? Sarei interessato in particolare per quanto riguarda Messina. E' una cosa molto importante, potrebbe esserci un telegrafo di epoca borbonica proprio nella mia zona.

COMITATO SICILIANO ha detto...

Ciao Tonino, mandami una mail a comitato@comitatosiciliano.org

Antonino Quattrocchi ha detto...

Mi piacerebbe sapere se è possibile avere una copia digitale (in formato pesante) della carta in modo da poter approfondire l'argomento per la mia zona. In caso contrario se posso avere l'indicazione a che richiederla.
Nino Quattrocchi

Comitato Storico Siciliano ha detto...

Salve, per quale zona le serve?

Nino Quattrocchi ha detto...

Per la provincia di Messina. Però se è possibile mi piacerebbe avere il quadro di tutta la Sicilia. Grazie.

Comitato Storico Siciliano ha detto...

Gentile Nino,
posso darle la sezione di Messina, in quanto sulla telegrafia siciliana è in corso la stesura di un libro, a condizione che ci faccia avere appena possibile un articolo con gli studi da lei effettuati sui telegrafi messinesi, come da nostro regolamento interno.

Nino Quattrocchi ha detto...

Gentile Comitato Storico Siciliano, sono interessato ad acquistare il vostro libro, se nel frattempo pubblicato. Si mi inviate copia della mappa della provincia di Messina vi faro avere, quanto pubblicati, i risultati delle mie ricerche. Cordiali saluti, Nino Quattrocchi

Luke Skyiedwalked ha detto...

Scusate potete sistemare le immagini!! Non si vedono!! Avete qualche problemino tecnico se lo risolvete grazie!!!